IMPORTANTE


Abbiamo alcuni probemi sulla nostra LINEA TELEFONICA FISSA (0536-71509).

PER CONTATTARCI CHIAMATE IL NUMERO 3887412473

banner libri

cinque per mille

Il Fantasma del Lago

Stefano Nesti

il fantasma del lagoDifficoltà: ghiaccio II / 2+

Sviluppo: 30m

Località: Monte giovo al Lago Santo, Appennino Modenese

Accesso: Dal rifugio Vittoria, la cascata si trova in alto in direzione w subito sopra il pianoro intermedio che funge da cengione al monte Giovo. Seguire il sentiero 525 e appena usciti dal bosco dirigersi a destra salendo, verso nord, come per andare all'evidente canale che scende dalle propaggini rocciose del Giovo. Imboccare il canale e dopo poche decine di metri, la cascata ci appare evidente su un risalto roccioso alla nostra sinistra salendo. 40 minuti dal rifugio.

Materiale: Una corda singola e qualche chiodo da ghiaccio, più normale dotazione alpinistica

Relazione: Alcuni metri in verticale, immettono su di una rampa di ghiaccio che con strettoie e risaltini salgono elegantemente tra questo stretto intaglio nelle rocce.

Discesa: Se vogliamo limitarci a fare la cascata, conviene scendere con un po di prudenza sulla destra fino al canalone di attacco e quindi riscendere per questo, altrimenti una volta usciti dalla cascata, è possibile con tratti alpinistici, continuare in vetta al Giovo e da qui a valle con sentiero 525.

Considerazioni generali: L’itinerario richiede una buona valutazione del ghiaccio, visto che non tutti gli anni si forma ( da qui il nome ), e valutare anche la stabilità del manto nevoso, visto che questi canali possono scaricare. La successiva salita fino in vetta al Giovo rende questa scalata più completa ed interessante.

 

Rifugio Vittoria

Facebook

Affacciato al Lago Santo